Chiara come l’alba sopra Moggio (11/08/2018)

Da Venzone a Moggio

Pellegrinaggio per la festa di S. Chiara

Le foto del pellegrinaggio

Il pellegrinaggio notturno è un’occasione per giovani e adulti di vivere la notte nella dolcezza, nel silenzio, nella meditazione, con tappe che forniscono un tema di volta in volta più approfondito nella conoscenza di Santa Chiara di Assisi e, come corollario, il rispetto del mondo e della natura, seguendo le parole di Papa Francesco con la sua Enciclica “Laudato sii”.

Spesso le ore notturne vengono impiegate per allontanare i problemi, stordirsi, dimenticare un quotidiano pesante. Alienazione di un momento, perché con il nuovo giorno la fatica ritorna aumentata, nella confusione di non conoscere la strada.
Per Gesù, il momento della notte era il tempo dell’incontro con il Padre, la comunione con Lui, che gli dava forza per la missione. A somiglianza sua, Santa Chiara e le consorelle vissero e vivono il tempo della notte anche nella preghiera, per incontrare il Signore e per presentare a Lui tutte le necessità e i bisogni delle persone e del mondo. In questo modo, il tempo della notte diventa dono d’amore, per la salvezza di molti. Pellegrinaggio verso il Vangelo vissuto, che richiede cammino quotidiano e impegno in ogni scelta.

Viviamo anche noi, per una volta, la notte come un incontro, accompagnati dal silenzio della natura e degli uomini, protesi verso la persona che ci ha creati e ci dona la vita eterna nell’amore, Gesù. In questo percorso, saremo accompagnati da alcune testimonianze. Fratelli e sorelle che, come noi, cercano nel quotidiano di vivere il Vangelo con impegno, accompagnati dalla gioia e dall’entusiasmo. Seguendo il modello di S. Francesco di Assisi e di Santa Chiara!